We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

Download Safari
Download Safari
Download Chrome
Download Chrome
Download Firefox
Download Firefox
Download IE 10+
Download IE 10+

Evento del 21 settembre 2017

PAESAGGI DELLE VENEZIE

Storia ed economia

GIORGIO CRACCO

Il territorio a nordest italiano è oggetto di riflessione da parte degli storici, degli economisti, degli urbanisti, per la sua capacità di conciliare innovazione e tradizione. E’ un territorio segnato dalla proiezione internazionale, dal ruolo di Venezia come capitale commerciale e culturale, ma anche e soprattutto dalle tante piccole città impresa, agricole e manifatturiere, che ne hanno assicurato la ricchezza recente e passata.
Dal secondo dopoguerra questo territorio è diventato l’icona di uno sviluppo di piccola impresa socialmente accettabile. E’ tuttavia entrato in contrasto con la propria identità storica, a causa delle distorsioni che il percorso di crescita industriale ha prodotto proprio sul paesaggio.
I capannoni e le strade extra-urbane sono oggi diventate l’emblema di uno sviluppo disordinato, incompatibile con le aspirazioni globali e metropolitane dei cittadini, con la domanda di uno spazio moderno, piacevole e culturalmente stimolante.
In questa contraddizione si inserisce il libro ideato e diretto da Giorgio Cracco per conto dell’Istituto per le Ricerche di storia sociale e religiosa di Vicenza e curato nelle diverse sezioni da Gian Pietro Brogiolo, Andrea Leonardi, Carlo Tosco “Paesaggi delle Venezia”.
E’ una specie di repertorio, anzi di “enciclopedia” del sapere storico-ecologico che raccoglie ricerche di più di 60 studiosi e che può essere consultato selettivamente per epoche e per temi soprattutto dai giovani delle scuole.
Per questo il curatore, Giorgio Cracco, ha coinvolto, oltre agli storici, economisti e urbanisti come Giancarlo Corò, Paolo Gurisatti e Stefano Munarin, proprio per proporre una chiave di lettura vicina alla sensibilità dei cittadini delle Venezie, oggi proiettati a riflettere sul proprio futuro, dopo il tramonto delle città impresa, dopo l’arrivo del passante e della pedemontana, verso istanze di aggregazione territoriale diverse da quelle ormai insufficienti delle province.

Locandina scarica PDF

Il Giornale di Vicenza PDF

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
*